+ 1 (707) 877-4321
+ 33 977-198-888

"QUAND LES NOUVEAUX SAVOIRS BOUSCULENT LES ANCIENS DOGMES".

QUANDO LE NUOVE COGNIZIONI METTONO A SOQQUADRO GLI ANZIANI DOGMI: L'EVOLUZIONE. Pellegrino - Leda
http://www.PellegrinoLeda.com - 10 luglio 2013

Il fatto è stabilito da DARWIN (1809-1882): La lotta per la sopravvivenza è la sola molla dell'evoluzione del vivente. Tutta la bologia del XX secolo si è costruita su questa idea fondatrice della competizione tra specie. Il solo problema... è che essa è oggi attaccata violentemente. Poiché nuove tecniche d'investigazione del vivente non cessano di evidenziare una nuova "LEGGE DELLA GIUNGLA": In fondo ai mari, sotto la terra, nei nostri intestini... gli esseri viventi tessono tra di loro delle relazioni di cooperazione e di mutualismo. Ecco che mette a male i dogmi maggiormente stabiliti del XX secolo. Soprattutto, ecco che obbliga a ripensare l'evoluzione in correlazione di una natura non più bellicosa ed egoista, ma anche altruista e generosa. 
  (Science et Vie N0 1147 Avril 2013.)
(Una natura che sempre più tende a sostenere la tesi del CREAZIONISMO; dottrina e teoria filosofica.)
 
  Da DARWIN (L'ORIGINE DELLE SPECIE 1859), e durante tutto il XX secolo (durante circa 150 anni!), tutti gli specialisti della teoria dell'evoluzione - le discipline delle scienze del vivente, dalla genetica alla microbiologia -, hanno disegnato il mondo vivente come una giungla in cui la lotta per la sopravvivenza fosse la sola legge. Tranne un'eccezione: FRANZ DE WAAL (Etologo e primatologo Olandese 1948), IL PAPA DELLA PRIMATOLOGIA MONDIALE. E forse quella di "un povero cristo" che nei suoi più riposti pensieri, non accettava l'idea, la teoria secondo cui dappertutto la natura fosse in guerra.
  In sostanza questo personaggio romanzesco, fin dal Dicembre del 2000,  esplicitava (nel Capitolo VII del romanzo fantascientifico LEDA) le proprie perplessità avvalendosi di notevoli capacità d'intuito e spirito di osservazione, con parole che gli scaturiscono dal cuore.
 
 - Il corpo di dottrina trasformistica chiamata darwinismo - ovvero sincretismo scientista-filosofico -, le visioni certo originali ma non necessariamente veritiere, sviluppate nella sua celebre opera "DE L'ORIGINE DES ESPECES PAR VOIES DE SELECTION NATURELLE", e in tante altre sulla variabilità delle specie dedotte dalle sue innumerevoli osservazioni dal vero, convergono alla teoria biologica sostenuta dal naturalista inglese secondo la quale, l'evoluzione degli esseri viventi - uomo incluso -, avviene sulla base della selezione naturale. Invero vi è in essa un che di falso poiché occulta, per ignavia, verità imprescindibili.
  Non ho intenzione di sostenere una concezione antropocentrica contraria alla Sacra Scrittura e alla ragione, bensi di rilevare le valenze della fisica universale, e quelle dell'avvento di una nuova realtà fenomenica - benché circoscritta a una circonferenza infinitesimale tal quale il seme di carruba o perfino di senape, immersa nell'immensità del cosmo, senza alcun paragone di sorta, definibile principio vitale proprio dell'uomo, mi risulta che sia l'unica singolarità che possa rivolgere alla Creazione, quindi anche a sé stessa, uno sguardo estatico, e riconoscerle anche un valore estetico prorompente -: correlazione oggi impercettibile, ciononostante, gli ideali a cui tende l'uomo, l'intuizione di verità soprannaturali, risplenderanno come folgore allorquando verrà emendata l'imperfettibilità umana acquisita.
- Sei stato conciso ed eloquente, nonché imprevedibilmente rivoluzionario concettuale, rivolgendo un monito alla fragilità della nostra fede nella libertà di pensiero e, nel significato più vasto, a quella del nostro credo.
- Ho tratto ispirazione dalla tua indole perennemente sospesa all'idea di giustizia terrena.
  
  (Sembra inconcepibile che una teoria infondata abbia potuto, durante 150 anni, indurre in errore LA COMUNITA' SCIENTIFICA MONDIALE, conformandosi a tale dottrina rivelatasi contrapposta alla realtà! EPPURE... Si visioni l'opera annessa: "GASTEROPODE EGARE'." Ovvero: "C'E' GUERRA O MUTUALISMO?")


 INVITO AD ESPRIMERE LA PROPRIA VISIONE DELL'ARTE IN G.LE E QUELLA DETTA "ASTRATTA" IN PARTICOLARE.   ANEDDOTO INSONDABILE CONCERNENTE L'ARTE E UN SUO PERSONAGGIO INFLUENTE (PALAZZO DI TOKIO A PARIGI) E TENTATIVO DI RISPOSTA.

 "LA MANO DI DIO" Cosi gli astrofisici hanno chiamato un'immagine spaziale.   SAREMMO TUTTI VITTIME DI UN'ABERRAZIONE ASTRALE? Chiunque potrebbe farne l'esperienza! Seguono Istruzioni per realizzarla.

 "QUAND LES NOUVEAUX SAVOIRS BOUSCULENT LES ANCIENS DOGMES".   QUANDO LE NUOVE COGNIZIONI METTONO A SOQQUADRO GLI ANZIANI DOGMI: L'EVOLUZIONE.

 "OISEAU DE PARADIS"   Illustrazione del CAP. III del romanzo fantascientifico: "LEDA (Schizzo e fine)"

 CLICHE' DELLE PRIME LUCI FOSSILI DELL'UNIVERSO.   Studio del documento delle prime luci fossili dell'Universo e consecutive modifiche.

 "CUBISMO E RELATIVITA'."   EINSTEIN E PICASSO: DUE MONDI... MA STRADE PARALLELE.

 "LA MATTINA SOPO IL DILUVIO" WILLIAM TURNER.   GOETHE (1749-1832), "LA THEORIE DES COULEURS" (Essais). Ovvero LUCE E COLORE:

 DATE A CESARE CIO' CHE E' DI CESARE ET...   1872= "IMPRESSION SOLEIL LEVANT" CLAUDE MONET (1840-1926.) 1838= "TEMERAIRE" (Sole morente e Luna nascente)WILLIAM TURNER (1775-1851.)




You don't have flash installed.
EMAIL- EMAIL- EMAIL- EMAIL- EMAIL- * A