+ 1 (707) 877-4321
+ 33 977-198-888

Portfolio Gianantonio Marino Zago

Portfolio Gianantonio Marino Zago

"Nella mia lunga fase artistica uno spazio rilevante spetta all"ARTE DIGITALE".Ho trascorso migliaia di ore al computer fin dal lontano 1999.Gli inizi di questa nuova per me esperienza artistica non furono molto lusinghieri.In quel periodo iniziale i programmi di elaborazioni digitali a mia disposizione non mi permettevano di esprimere tutto quello"

Documents
 Zago l'artista principe nel mondo del 4 mani. #Zagoandyourfriends   Gianantonio Marino Zago si può a ragione definire il primo pittore al mondo del 4 mani.
 Zago and your friends 1&mezzo Roma-Opere a 4 mani   Mostra pittorica dell'artista Gianantonio Marino Zago a 4 mani con 51 artisti internazionali.Galleria Tag Roma 3 marzo 2017
 Commento critico di Rosa Spinillo.   Commento critico di Rosa Spinillo riguardo i lavori con pastelli ad olio di G.M.Zago
 "Il liberismo" di Romi Osti   Pubblicato da Gianantonio Marino Zago il 24 febbraio 2007 sul sito Equilibriarte
 FOTOGRAFIA ARTISTICA   Cosa significa per me fotografia artistica.
Gianantonio Marino Zago
Gianantonio Marino Zago
Opere aggiunto il
Aggiunto 10 ottobre 2018
Aggiunto 18 agosto 2018
Aggiunto 11 luglio 2018
Aggiunto 9 giugno 2018
Aggiunto 5 giugno 2018
Aggiunto 13 potere 2018
Aggiunto 9 potere 2018
Aggiunto 2 potere 2018
Aggiunto 25 aprile 2018
Aggiunto 23 aprile 2018
Aggiunto 21 aprile 2018
Aggiunto 16 aprile 2018
Aggiunto 3 aprile 2018
Aggiunto 30 marzo 2018
Aggiunto 20 marzo 2018
Aggiunto 16 marzo 2018
Aggiunto 15 marzo 2018
Aggiunto 9 marzo 2018
Documents
 "A VOLTE BISOGNA ANCHE GUARDARSI ALLE SPALLE"   Il critico d'arte inglese Daniel Barnes alla mostra "Zago and your friends" a Enfield London ,novembre 2011
 ZAGO E LA SUA ARTE DIGITALE.   Un breve accenno e riflessioni dell'artista su quasi 20 anni di lavori e sperimentazioni di arte digitale.
  Personale di pittura di G.M.Zago e Katerina Theofili-"Mnemosine la dea della memoria"presso Centro   Recensione della mostra "Mnemosine la dea della memoria" .Personale di Gianantonio Marino Zago e della poetessa,scrittrice e pittrice greca Katerina Theofili.
 "Zago and your friends 1& mezzo"Roma 03/03/2017 Gallery TAG   Verona 14/03/2017 Cari FRIENDS, si e' conclusa da pochi giorni la mostra Zago and your Friends 1& mezzo tenutasi presso la Tevere Art Gallery, prestigiosa galleria di Roma. Questa seconda splendida esperienza è avvenuta esattamente 6 anni dopo il primo Z&YF svoltosi a Londra nel 2011, molti dei Friends che aderirono all'edizione lond
Opere Media
Opere Argomenti
Opere Stile
Dimensioni
Opere da 1 a 20 (su 20 totale)


ESOTICA

STELLA PRIGIONIERA

The old factory.

Parco Saval

Un sorriso alla vita

Alice nel paese delle meraviglie

The solitary man

NEW YORK,NEW YORK

L'occhio del ciclone.

RATAPLAN

Roma,scalinate di piazza di Spagna.

Sunset of the imaginary.

TROPICANA.

Deep in the underworld

CORTE MOLON

Flasch

La domenica delle palme.2018

flower Stars

ATHESIS

Welcome to Enfield(UK)



 Zago and your friends 1&mezzo Roma-Opere a 4 mani
Mostra pittorica dell'artista Gianantonio Marino Zago a 4 mani con 51 artisti internazionali.Galleria Tag Roma 3 marzo 2017
[Page - Gianantonio Marino Zago - 7Ko - 2018]


 Zago l'artista principe nel mondo del 4 mani. #Zagoandyourfriends
Gianantonio Marino Zago si può a ragione definire il primo pittore al mondo del 4 mani.
[Page - Gianantonio Marino Zago - 2Ko - 2018]


 Commento critico di Rosa Spinillo.
Commento critico di Rosa Spinillo riguardo i lavori con pastelli ad olio di G.M.Zago
[Page - Gianantonio Marino Zago - 2Ko - 2018]


 "Il liberismo" di Romi Osti
Pubblicato da Gianantonio Marino Zago il 24 febbraio 2007 sul sito Equilibriarte
[Page - Gianantonio Marino Zago - 5Ko - 2018]


 FOTOGRAFIA ARTISTICA
Cosa significa per me fotografia artistica.
[Page - Gianantonio Marino Zago - 3Ko - 2018]


 Quarta raccolta in video di digitali della serie Astrall.
Un accenno di una lontana critica su questi lavori da parte di Riccardo Saldarelli,un'artista ,docente d'arte e pioniere nella sperimentazione di arte digitale.
[Page - Gianantonio Marino Zago - 3Ko - 2018]


 3za raccolta video di digitali di Zago.
Passiamo al terzo video con una carrellata di digitali della serie da me definita ASTRALI o ASTRALL.Un genere che li rende molto riconoscibili tra loro per un tratto ed una composizione inconfondibile nelle forme e colori vivaci.Un po' diciamo il marchio dell'artista come avviene spesso nella pittura tradizionale.
[Page - Gianantonio Marino Zago - 3Ko - 2018]


 2da raccolta video di digitali
Digitali per lo più della serie astrall derivati come concezione dall'esperienza pittorica del mio periodo definito mosaico degli anni 90.
[Page - Gianantonio Marino Zago - 3Ko - 2018]


 Concorsi d'arte?No grazie.
Articolo del 31 ottobre del 2012
[Page - Gianantonio Marino Zago - 3Ko - 2018]


 L'ARTE INNOVATIVA
GIANANTONIO MARINO ZAGO 8 giugno 2007
[Page - Gianantonio Marino Zago - 2Ko - 2018]


 La speranza è l'ultima a morire,l'artista muore prima.(G.M.Zago)
Non basta essere creativi e perseveranti ,ci vogliono persone che credono nel tuo lavoro ,con tanti soldi e un po' di tempo da dedicare a te artista che vivi in un mondo di nuvole di polistirolo.
[Page - Gianantonio Marino Zago - 2Ko - 2018]


  Oil pastels of Gianantonio Marino Zago
Oil pastels works (Una serie mista di lavori con pastelli ad olio del maestro G.M.Zago)
[Page - Gianantonio Marino Zago - 2Ko - 2018]


 ZAGO E LA SUA ARTE DIGITALE.
Un breve accenno e riflessioni dell'artista su quasi 20 anni di lavori e sperimentazioni di arte digitale.
[Page - Gianantonio Marino Zago - 3Ko - 2018]


 "A VOLTE BISOGNA ANCHE GUARDARSI ALLE SPALLE"
Il critico d'arte inglese Daniel Barnes alla mostra "Zago and your friends" a Enfield London ,novembre 2011
[Page - Gianantonio Marino Zago - 2Ko - 2018]


[Page - Gianantonio Marino Zago - 6Ko - 2018]


 "Zago and your friends 1& mezzo"Roma 03/03/2017 Gallery TAG
Verona 14/03/2017 Cari FRIENDS, si e' conclusa da pochi giorni la mostra Zago and your Friends 1& mezzo tenutasi presso la Tevere Art Gallery, prestigiosa galleria di Roma. Questa seconda splendida esperienza è avvenuta esattamente 6 anni dopo il primo Z&YF svoltosi a Londra nel 2011, molti dei Friends che aderirono all'edizione lond
[Page - Gianantonio Marino Zago - 7Ko - 2018]


  Personale di pittura di G.M.Zago e Katerina Theofili-"Mnemosine la dea della memoria"presso Centro
Recensione della mostra "Mnemosine la dea della memoria" .Personale di Gianantonio Marino Zago e della poetessa,scrittrice e pittrice greca Katerina Theofili.
[Page - Gianantonio Marino Zago - 7Ko - 2018]


Nella mia lunga fase artistica uno spazio rilevante spetta all"ARTE DIGITALE".Ho trascorso migliaia di ore al computer fin dal lontano 1999.Gli inizi di questa nuova per me esperienza artistica non furono molto lusinghieri.In quel periodo iniziale i  programmi di elaborazioni digitali a mia disposizione non mi permettevano di esprimere tutto quello che avrei voluto fare  per seguire i molti  impulsi mentali di creatività.
Poi man mano che andavo avanti con la sperimentazione ho sviluppato alcune tecniche di manipolazione delle immagini di partenza.Si perche' ho sempre utilizzato files di immagini di  mie foto e successivamente in vari passaggi ho creato cose lontanamente diverse dagli originali.Per non dilungarmi ho classificato una parte di questi lavori in ASTRALL o ASTRALI.Questi Astrali o Astrall si distinguomo da altre forme o espressioni digitali artistiche come le normali elaborazioni di foto ,dove non stravolgo l'immagine ma cerco di creare un'atmosfera artistica per togliere la banalità di una foto realistica tipo un paesaggio o una figura umana.Gli astrali vivono in un loro proprio mondo a se stante.Possono essere omini stilizzati o animali che vivono in un'altra dimensione,quella generata della mia fantasia di tipo spaziale fatta di mondi e costellazioni primordiali.Mi paragono spesso ad  un bambino delle elementari mentre disegna liberamente quello che e' il suo mondo immaginario.
Avendo raggiunto l'obbiettivo di creare lavori digitali che a me piacciono e che un'occhio esterno puo' riconoscerli per una matrice a me ricollocabile,sto passando a delle varianti espressive diverse piu' minimaliste e semplici dove predominano line morbide e colori vivaci e accattivanti.Questi nuovi digitali  hanno una componente che li distingue dagli Astrall ,la mancanza di figure e animali stilizzati ma predomina l'aspetto di forme e fasce  geometriche sinuose .Ma avrò modo in seguito di parlarne con più dettaglio.
Gianantonio Marino Zago
[Biography - Gianantonio Marino Zago - 3Ko]


Mosaico cubista 1994/2000
 
Un giorno feci cadere per terra un nudino ad olio che avevo   terminato di dipingere.L'opera appena fatta cascò (naturalmente)con
  la parte pittorica rivolta al pavimento.Scaricai il mio malumore cercando con un pennello di riempire le parti rovinate del quadro.
Io però andai oltre al semplice ritocco,cominciai a dividere la figura in tanti spicchi colorati.
Venne poi fuori un' interessante dipinto a mosaico che mi fece ricordare i giochi di composizione di vetrini colorati di un kaleidoscopio.
Iniziò così e per molti anni questo mio genere particolare di lavoro che cessò quando un mio amico artista mi fece notare che i miei 
 lavori assomigliavano molto a quelli di Ugo Nespolo. Io allora non conoscevo affatto il maestro ma mi ero anche stancato e perso  
interesse per  questa particolare pittura che però ha molti estimatori.
Di recente un mio collezionista mi ha commissionato un paio di opere su questo tema.Naturalmente l'ho accontentato.
G.M.Zago
[Biography - Gianantonio Marino Zago - 3Ko]


  Personale "Zago e la rinascita della materia"06/27ettembre 2008 presso Art Gallery-Miramare di Rimini(Italy)
Sabato 6 settembre alle ore 18, presso l'Art Studio Gallery di Miramare di Rimini, è stata aperta al pubblico la mostra personale " Zago il Riciclante - la Rinascita della materia". In mostra le colorate composizioni di Gianantonio Marino Zago, artista veronese che trasforma lo scarto in arte, con Zago i materiali rinascono a nuova vita.
Zago va a caccia di oggetti dimenticati, rifiutati dal vivere quotidiano e dona loro, grazie all'immaginazione e all'abilità creativa, una nuova possibilità d'esistere, una dimensione diversa, quella dell'arte. Scatole, lattine, pettini, palline da tennis, penne, elettrodomestici, posate, accendini e tanto altro vengono catapultati nel vortice della sua furia creativa in cui tutto è tenuto insieme dal colore. Si il colore, Zago interviene sulle sue composizioni con getti di colore che donano vivacità e allo stesso tempo tengono insieme il connubio di oggetti. 

La mostra di Zago rimarrà aperta fino al 27 settembre, dal martedì alla domenica dalle 16 alle 20, presso l'Art Studio Gallery di Via Oliveti 6 (338 6297828 – info@studioartgallery.it) a Miramare di Rimini«.La mostra è a cura di Paola Bernabini, artista riminese che meno di un anno fa aprì questo nuovo spazio espositivo con l'intento di dare la possibilità agli artisti contemporanei che fanno dell'arte un'originale strumento di comunicazione, di potersi esprimere e farsi vedere al pubblico. la mostra di Zago rappresenta un'occasione per ammirare colorate opere d'arte che racchiudono in sè un'enorme ricchezza di significati, che prima di tutto urlano i materiali (scartati dal resto del mondo ma non da Zago) utilizzati.
Cenni biografici: Gianantonio Marino, in arte Zago , nasce a Trieste nel 1949, nel 1957 si trasferisce a Verona dove tuttora risiede. Autodidatta, diplomato in grafica pubblicitaria, inizia a dipingere all'inizio degli anni '70. Dal 1994 abbandona la pittura figurativa e paesaggistica per un astratto-informale e figurativo a mosaico e dal 1999 sperimenta anche la digital-art. Attualmente si dedica soprattutto alla creazione di quadri polimaterici composti da materiali da riciclo spesso raccolti in strada. Numerosi sono le personali e le collettive tenute in Italia e all'estero, tra le più recenti ricordiamo la "Biennale di Arte Contemporanea" ad Aversa (Caserta) e "Ti riciclo in arte" presso Capranica (Viterbo), entrambe del 2008.
  Miriam Fusconi
[Biography - Gianantonio Marino Zago - 4Ko]


TESTO CRITICO DI MARCELLO TOSI(accenni all'arte del riciclo del maestro e considerazioni prevalenti sulle altre sue discipline artistiche,quali la fotografia artistica e l'arte digitale.):Artista che crea dal nulla, si autodefinisce Gianantonio Marino Zago, che trasforma una forma in un'altra forma ….”Ho trasformato il mouse nel pennello distorsore e i pixel  fungono da colori da distribuire sul file. Programmi semplici , non sono attratto da tecniche di collage o trasposizioni di immagini o quant'altro la tecnologia mette a disposizione per cercare effetti speciali ed avveniristici
la differenza è data poi dalla mente di chi crea, non dai mezzi per eseguirla. Sono un digitalista all’antica”.  
Tornando a dar valore a concetti come colore e segno, all’arte a grafica, al rapporto tra la materia  e lo spazio, alla significanza, le sue immagini appaiono come specchi di storia del nostro tempo da lasciare alla meditazione dei posteri. “All’età di 9 anni – dice - mi venne regalato un caleid0scopio, ora riporto in tela anche i turbamenti della vita presente. Sono i  suoi “ricordi della mente”. Attraverso i suoi colori metallici emerge un’onirica dimensione traslucida della realtà. Uno sguardo essenziale. Zago procede come un alchimista,lasciando che le immagini si creino impressionando, sviluppando,fissando, ossidando, bruciando l’immagine, cercandone le tracce, i volti anche nel mondo antico, decontestualizzando immagini e caricandole di ulteriori significati, facendo di soggetti già pregni di memorie, una memoria che resiste.
Il tempo del ricordo appare in Zago come una pellicola ormai sbiadita, fatta di ombre e nebbia,tutto sfumato, seppiato, come rintracciando anche nei segni di una classicità che porta i segni della decadenza, memorabilia dell’umano,di tutta l’umanità. Tutto è traccia per lo sguardo intensamente gettato dall’affermato artista veronese, che proviene dalla grafica pubblicitaria,  su di una condizione umana in cui la memoria permane come una in congrua presenza del vissuto: vita pur scarnificata e svuotata, che ha comunque sete, nostalgia di bellezza assoluta. Il tema della memoria appare il cuore della sua opera.
Da qui la scelta dei soggetti e, ancor più significativa, quella della tecnica con cui li rielabora:
attraverso l’uso della tecnica delle Digital Photo. Le immagini emergono fissate in un' atmosfera cristallizzata, in cui il tempo sembra essersi arrestato grazie al processo alchemico. In questo
diario dell’inquietudine, ogni oggetto,ogni foto si libera dalla banalità e si trasforma in un'immagine unica e interiore, carica di evocazioni, formando un codice di disegni e memorie da decifrare, nella cui insistita presenza,quasi come un emblema, del segno del tempo, si rincorrono, come colti ad occhi aperti, associazioni, illuminazioni, stati d’animo. Sogno e mistero si apparentano agli oggetti del quotidiano, che però fugge, ed è già memoria remota. Le ore ferme sui quadranti degli orologi sono magicamente reali, vivono,come l’arte, del respiro lungo del silenzio. Le cose comuni appaiono nella loro sublime immobilità fuori dal tempo. 
Unendo segno e colore, la luce di un pensiero getta stupore e meraviglia dell’esistente, fruga nella polvere del tempo, gratta le macchie di ruggine, mette il dito nelle crepe, nel fluire dell’esistente.  Come in “Idra”, il tempo ci afferra dalla nascita, sciupa la vita e la porta chissà dove l’arte è un essere dentro le cose, e nel ricordo il tempo permane, inattaccabile, senza essere annientato. Tutto è retaggio di solitudini,esposto alla minaccia senza tempo della consunzione. Viraggi di colore donano un effetto particolarmente straniante. L’acido puntilismo di una pioggia  gocciolante in una notte d’inverno (“La mappa del tesoro!) rimanda alla lezione sempre presente nell’artista del Dripping di Jackson Pollock. Un viaggio della  mente verso un mondo smarrito in una dimensione onirica e spaziale definita da titoli che vanno da “Ai confini dell’Eden” a “Verso l’ignoto, da “La fuga da Atlantide”, a “The World exploded”, da  “ Asterlite” a “Dream of the urban rider”. 
L’immagine trasmuta verso una nuova fisicità, iconica, reliquiaria. Lascia affiorare tutte le gradazioni dei cristalli d’argento. Il vero appartiene Al mondo di memoria,di sguardi tattili…L’artista interviene sulla fragilità dell’identità, senza contorni netti, scava penombre, con una complessità scenica,  Dal riciclante, dalla polimaterialità dei riciclo, Zago approda alla  dimensione tra astratto e informale costituita dalle foto elaborazioni dell’arte del digitale. Arte comunque polisegnica. Un surreale mondo notturno dai lividi colori in cui si alzano spettrali antenne, inquiete figure di viandanti, dall’aspetto di inquiete maschere antiche. 
 
[Biography - Gianantonio Marino Zago - 7Ko]


  - EROTIKA By G.M.ZAGO Pagina di Gianantonio Marino Zago
THE WORLD EROTIC OF THE WOMAN Erotic. The erotic language of the female body. Digital photographic processing of young women expressing eroticism with their body language. Zago represents almost everything without a face, as to protect their privacy. Digital photographic processing dates back to the period from 2005 to 2007.
[Page - Gianantonio Marino Zago - 2Ko - 2018]


  - I give free and exclusively thirty art digital files to print on canvas. Only one condition is that those who receive them commit themselves to print them and show them in a gallery in London,Moscow,New York,Berlin,Pechino. Contact me by e-mail.
[Announcement - Gianantonio Marino Zago - 1Ko - 2018]


  - Does my art like it? Pagina di Gianantonio Marino Zago
Does my art like it? I posted a hundred or so rotating works on this site....... Does my art like it? I posted a hundred or so rotating works on this site. I would love to have your comments. Especially on my digital works. If you have any questions or curiosity,I will be happy to answer you here on Art Cad.
[Page - Gianantonio Marino Zago - 2Ko - 2018]








EMAIL- EMAIL- EMAIL- EMAIL- EMAIL- * A